Fotografo amatoriale improvvisato, professionista o fotografo professionista improvvisato?

Con la crisi tante persone si stanno proponendo per eseguire servizi fotografici di matrimoni. Che differenza c'e' tra un fotografo professionista e un fotografo che da un giorno all'altro ha deciso di fare qualche servizio fotografico? Preciso che questo articolo non è per discriminare chi non lo fa di professione il fotografo ma per dare come sempre consigli  ai futuri sposi. tante persone, per fortuna dopo brutte esperienze con fotografi improvvisati, chiedono di trovare rimedio al disastro ma non sempre è possibile; tutto dipende da che qualità viene consegnata la fotografia. Vi spiegherò le differenze significative che vi sono tra un fotografo professionista, un fotografo professionista improvvisato e un fotografo amatoriale improvvisato e i vari rischi che si possono incorrere sia qualitativi che fiscali.

Per leggere l'articolo completo vi invito a cliccare qui o qui sotto:

http://danielecortinovisfotografia.com/fotografo-professionista-o-amatoriale/

Come Scegliere il fotografo di Matrimonio

La scelta del fotografo di matrimonio è una delle scelte da porre maggiore attenzione. E' uno dei fornitori che contribuirà a offrirvi ricordi indelebili.

 VI invito a leggere l'intero articolo al link sottostante.

http://danielecortinovisfotografia.com/scelta-fotografo-di-matrimonio/

Buona scelta e ricordatevi che affidarsi ad un professionista sarà garanzia di successo per il vostro evento.


Scelta sullo stile fotografico per il servizio matrimoniale






Due stili principali vengono utilizzati dal fotografo per il servizio di Matrimonio: il Reportage e quello classico.
Ma cosa li differenzia e quale scegliere?

Per leggere l'articolo completo scritto da Daniele Cortinovis, fotografo professionista di Bergamo specializzato in reportage di matrimonio vi invito a cliccare sul link sottostante.




Il bouquet della sposa al passo con i tempi e le stagioni: autunno e inverno

Il bouquet della sposa è indiscutibilmente tra i grandi protagonisti del giorno delle nozze.
Preziosa e capace di farsi ricordare, la composizione deve tenere conto della stagionalità dei fiori, rispecchiare le emozioni della sposa con le sue essenze ed esaltare l'eleganza dell'abito.
Per chi vuole andare sul sicuro, calle, rose moderne, mughetti e dalia sono pefetti per un bouquet tradizionale.
I colori dell'autunno.
bouquet sposa autunno

Il bouquet autunnale si ispira alla cromia delle foglie degli alberi.
Verde: scegliete eucalipto, hypericum ed edera.
Rame e ruggine: se avete un abito nei toni albicocca o crema, osate un insieme proprio di sole foglie.
Rosso: sperimentate mix di ribes, smilax, fragoline di bosco e peperoncino.
Il risultato sarà un bouquet sposa non convenzionale, ironico, indicato in caso di seconde nozze.

I colori dell'inverno.
Total white, dal bianco ghiaccio al bianco antico.
bouquet sposa inverno
Ranuncoli, ellebori, bucaneve, impreziositi da perline o coralli cristallizzati effetto neve.
Se volete lasciare tutti a bocca aperta, accostate il bouquet bianco e iper romantico ad un vestito nero come quelli visti sulle ultime passerelle.

La stessa attenzione va dedicata agli addobbi floreali.
Come spesso accade nelle stagioni fredde, se la chiesa è buia utilizzate fiori molto chiari per donare luce all'ambiente.
Gerbere, lisianthus e lilium sono i più adatti.